domenica 10 luglio 2016

I live streaming di Elize Ryd in studio con gli Amaranthe

Whoa, whoa, whoa ragazzi. Lucidate le vostre mirrorball, tirate fuori le magliette paillettate e preparate gli shaker e i bicchieri da cocktail, ché presto si torna in pista: gli ABBAranthe sono in studio di registrazione e preparano un nuovo album!
Ce lo conferma Elize fRYDa in persona con una serie di live streaming su Facebook, fra cui:


Uno di lei che fornisce la base su cui i maghi dell’autotune creeranno le linee vocali.


Uno in cui ci fa visitare lo studio a Ribe, Danimarca, e ci fa conoscere il produttore, Jacob Hansen, che ha già prodotto e mixato i loro primi tre album, e ha mixato anche April Rain dei Delain e The Quantum Enigma degli Epica. Fra l’altro, santo cielo, Elize, quando parli sembri una liceale uscita da un anime hentai.


Uno in cui parla in svedese, poi fa di nuovo la scolaretta hentai, poi registra una canzone che, onestamente, ha delle linee vocali spettacolari, e seriamente, come fai a concentrarti con tutta la gente che ti guarda mentre registri?


Altre registrazioni, un po’ di catarro e Elize, tesoro, seriamente, che ci fai in piedi alle dieci e mezzo del mattino? È praticamente l’alba. Comunque la perforazione di timpani che ci regali verso gli 8 minuti non è riscaldamento vocale. Non lo è. Je voi proprio male, ai maghi dell’autotune, mh? Comunque, ad occhio e croce questa è la ballata.


Jake che cazzeggia.


Jake che no, è inutile che punti alla telecamera, tanto lo sappiamo che hai chiesto se il tizio era single per te, non per noi. Oh, e bella canzone, fra l’altro!


Henrik che growla cercando di aggiungere un po’ di birra ai Cosmopolitan che verranno serviti in discoteca al release party.


Elize che fa la millennial e ci fa sapere che:
• L’album sarà sia più morbido, sia più pesante dei precedenti.
• Amano registrare in estate.
• Henrik ha finito metà album in mezza giornata.
• Ribe è una bella città ed è la più antica in Danimarca.
• Il primo studio, in cui hanno registrato i primi due album, era vicino a una specie di fattoria dove c’erano dei cammelli.
Comunque è l’otto luglio e Elize si è messa una sciarpa e, probabilmente, pure una felpa; io, che boccheggio con 31 gradi, la odio tanto.

Scherzi a parte, ho sempre pensato che Elize avesse un po’ una faccia da stronza, ma da questi live streaming sembra parecchio simpatica. E, se posso dirlo, come idea questa dei live streaming è proprio carina: dà modo ai fan di partecipare a veri momenti di vita in studio senza narratore borioso, complimenti gratuiti, salamelecchi e hype precostituito.
Side note, se hanno già praticamente finito di registrare le voci, vuol dire che sono a buon punto e non manca tanto. Iniziamo tutti a rispolverare i nostri passi di danza migliori, va’!

Nessun commento:

Posta un commento