sabato 9 luglio 2016

Leaves’ Eyes: Thorsten Bauer vuota il sacco sul Livgate

Mi pare che ci sia stato poco drama dalle parti della Prozia Livia ed Ex-famigghia in questi ultimi mesi: è giusto che il nostro Tosso, aka Thorsten Bauer, aka il principale colpevole della noia ripetitiva che infesta la discografia degli Up Liv’s Ass, rimestasse nel vaso e dicesse la sua. In un’intervista per il giornale / webzine / non trovo la fonte diretta russa (accontentiamoci di questa), Tosso vuota il sacco e ci dà la sua versione del divorzio della Prozia.
I contatti con Liv erano diventati difficili. Già da gennaio 2016 si discuteva dell’uscita di Liv dalla band. Quando Liv e Alex si sono separati personalmente all’inizio di gennaio, Liv voleva lasciare subito la band. Ma Alex l’ha convinta a rimanere nella band ed entrambi hanno trovato un ottimo accordo reciproco per la loro vita privata e il lavoro. A quel punto, la situazione della band sembrava essersi risolta. Ma da febbraio, il suo nuovo fidanzato / terapista ha provato a interferire in molte faccende della band. Parlava molto male dei Leaves’ Eyes e diceva che non dovevano più esserci concerti, tour e interviste senza di lui. Il fidanzato / terapista di Liv le ha perfino detto di lasciare la band. Verso marzo, le cose sono precipitate dopo che Liv si è trasferita dal suo fidanzato / terapista ed è diventato chiaro per tutti nella band che ci si sarebbe separati in futuro. Liv voleva anche mettere becco nella scelta della nuova cantante dei Leaves’ Eyes; le abbiamo detto che volevamo decidere noi stessi. Quindi nulla è successo alle spalle di nessuno.
All’inizio di aprile abbiamo avuto una riunione della band per parlare di cosa fare. In quella riunione abbiamo deciso di separarci immediatamente. Liv ci ha detto che non sarebbe più stata in grado di tenere fede ai suoi impegni col tour per ragioni personali. Inoltre, l’avvocato di Liv ha scritto in una lettera ad Alex che un’ulteriore cooperazione, compresi i concerti con la band, non sarebbe stata possibile per Liv, quindi lei era sollevata dal non dover più fare concerti con i Leaves’ Eyes. Come risultato della riunione, abbiamo anche preparato il comunicato stampa insieme a Liv per informare i fan e i media. Con gran sorpresa di tutti, il primo comunicato, che avevamo scritto insieme, è stato attaccato subito da ulteriori post e dichiarazioni di Liv. All’improvviso, terze persone e troll hanno iniziato a diffondere brutti pettegolezzi e bugie su internet. È stata quella la ragione della confusione e la rabbia di aprile. Per quanto mi riguarda, posso dire chiaramente che se chiunque nella band avesse trattato Liv come dicono i troll su internet, non farei più parte dei Leaves’ Eyes.
Posso anche dire che al momento Alex è un padre single, visto che Liv e Alex si sono separati e loro figlio vive a casa di lui.
La parte più inverosimile di quest’intervista? Che la Prozia si sia messa a fare i piagnistei “con gran sorpresa di tutti”. Andiamo, Tosso, come se non fosse già successo e tu non fossi stato lì.
Davvero, mi piacerebbe prendere le difese della Prozia e dire che le hanno fatto la porcata alle spalle  e ora tentano di pararsi il sedere (ok, no, non è vero: adoro la piega che ha preso la faccenda), ma dire che le dichiarazioni di Thorsten non siano verosimili sarebbe assurdo. La Prozia che non comunica, la Prozia che se ne va a vivere con la nuova fiamma, la Prozia che ripete a pappagallo tutto ciò che la nuova fiamma le dice, la Prozia che non mantiene gli impegni con la band, la Prozia che si prende la pedata e poi fa finta di cadere dalle nuvole… dai, è già successo tutto in questo preciso, identico ordine tredici anni fa.
Beh, se non altro, Tosso le fa la cortesia di sottintendere che prima lei e Trøll si sono lasciati e poi si è trovata un altro; ma senza entrare nel merito della vita privata, resta il fatto che la professionalità della Prozia Livia come cantante è inversamente proporzionale alla cieca adorazione che le sue fangirl hanno per lei.

Nessun commento:

Posta un commento